Highlands, puntata 1

Le nuvole di vapore che escono dalla mia bocca si illuminano alla luce del frontalino. Le conto, una dopo l’altra, nell’attesa che la prima luce dell’alba inizi a dare un senso alla massa nera che mi circonda. È la mattina del secondo giorno di cammino. Sono circa le sei e mancano un paio d’ore alle prime luci del nuovo giorno.

La notte è passata lenta. Ieri il buio è calato intorno alle cinque e quaranta. Ho percorso le ultime miglia alla sola luce del frontalino, fino alle sette circa. Una volta trovato un posto dove accamparmi, mangiato un boccone e recuperata dell’acqua mi sono infilato nel sacco a pelo ed il buio e sceso tutt’intorno a me. Mi sono congedato al giorno passato con la speranza per l’indomani di trovare più acqua. Non che ne abbia trovata poca, di torrenti e fiumiciattoli le Highlands ne sono ricche. Ero insicuro sul berla: lungo molti torrenti ho incontrato tracce di pecore (feci e impronte nel fango) e non mi sono fidato a berla senza prima bollirla. Cosa che però non avevo il tempo di fare durante la giornata. ProbabilmeDSC_0045.JPGnte non mi sarei dovuto preoccupare di questi dettagli, quegli escrementi saranno li dall’autunno quando hanno riportato le pecore in paese ed ormai i parassiti saranno stati distrutti dal freddo. Però in questi casi tornano sempre in mente le vecchie slide dell’esame di zoologia sistematica. Fatto sta che la sera mi sono accampato con un principio di disidratazione ed un gran dolore alla testa. Prima ancora di montare la tenda ho messo su il pentolino con l’acqua ed un volta bollita ho potuto finalmente abbeverarmi, è stato forse il momento più intenso e bello della giornata.

Un ultimo sorso di the caldo dal thermos guardando nascere questa nuova e grigia giornata e subito il mio cammino ricomincia. Sempre direzioni nord. Quest’oggi lascio i grandi spazi aperti che mi hanno accompagnato tutta la scorsa giornata. Oggi mi addentro nella foresta di pini caledoniani. Un ambiente stressante, dove l’orientamento è difficile da mantenere. Spesso si ha la sensazione di girare in tondo, tutto è sempre uguale, alberi su alberi. La bussola ti aiuta a capire se stai procedendo nella giusta direzione e poi c’è l’istinto che ti guida. Lasci dei segni visibili per capire se davvero stai girando in tondo eDSC_0057.JPG perdi il controllo. Più di una volta ho urlato per scaricarmi. Ho pensato di seguire il muschio, “cresce verso nord” mi sono detto, ma qui non è consigliabile. Cresce ovunque: nord, sud, est, ovest. Il muschio ha praticamente invaso ogni spazio lasciato libero dalle piante (morte che poi vanno a formare la torba). Forma dei grossi e spessi cuscinetti intrisi d’acqua da cui facilmente si può recuperare della buona acqua filtrata.

Camminare in queste foreste è come muoversi in un labirinto, se poi ci aggiungi la pioggia e la nebbia che si alternano ogni due tre ore. Sembra quasi che la natura ti prenda in giro. Il cervello ed i sensi sono concentrati come mai nel cercare di leggere ogni traccia, per ben due volte avrei giurato di udire voci umane ma credo fosse uno scherzo dovuto alla stanchezza.

DSC_0091.JPGNel tardo pomeriggio (17.00 circa) la foresta si apre leggermente, incontro un piccolo laghetto dove mi fermo a recuperare acqua e poche miglia più a nord un piccolo monticello di due trecento metri. Sono stato in dubbio sulla strada da seguire tutta la giornata: “E se sto andando verso un punto cieco? E se poi devo tornare indietro per miglia e miglia?” Ad ogni passo questi erano i pensieri che mi frullavano nella mente ed allora mi sono detto ”Perché non salire in cima a questa montagnola per vedere cosa mi aspetta più avanti e magari capire meglio la direzione da prendere?”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...