Da mare a mare attraverso le Alpi

Era il 17 Luglio 2014 quando ricevetti una telefonata da parte di Carlo Alberto Garzonio, presidente del CSC (Comitato Scientifico Centrale). Accento spiccatamente toscano, simpatico, pragmatico. Da quel momento si profilò la prospettiva che il progetto si potesse realizzare. Due pagine, nulla di più, nulla di certo. Una semplice idea su carta.

In questi 9 mesi Montagne Digitali si è evoluto, ha cambiato forma e si è inspessito, trovando consensi non solo da parte del CSC, ma anche di molti altri enti ed istituzioni. Con il tempo si è lavorato sul percorso, si sono aggiunte tappe, si sono ricercati i mezzi pubblici. Una ricerca non sempre facile.

Oggi, a quasi due mesi dalla partenza – fissata per il 15 di Giugno a Trieste – mi ritrovo ad avere il percorso quasi ultimato. La partenza si affaccia sul mar Adriatico, l’arrivo sul Tirreno. Un viaggio da mare a mare.

Oltre cento le cittadine che verranno attraversate, tra cui 4 Perle delle Alpi e 7 proclamate Città alpina dell’anno. Avrò modo di attraversare zone profondamente segnate dai combattimenti della Prima Guerra Mondiale a cento anni dall’entrata in guerra dell’Italia, ma anche zone di importanza naturalistica e culturale. Sei parchi naturali: il Parco dello Stelvio, tra i più antichi ed estesi parchi nazionali italiani, che ad oggi si trova a rischio smembramento; il Parco Naturale Adamello Brenta, con i suoi orsi; il Parco Nazionale del Tricorno, unico parco nazionale sloveno; il Parco Nazionale del Gran Paradiso, primo parco nazionale italiano, istituito nel 1922; il Parco delle Dolomiti Friulane, che dopo aver sofferto la tragedia del Vajont vede oggi le aquile dominare dal Campanile di Val Montanaia; il parco delle Alpi Marittime, originatosi dalla preesistente Riserva Reale di caccia di Valdieri-Entracque.

“Di cosa parlerai durante il viaggio?” è una domanda molto frequente, e la risposta non sempre è facile da comprendere. “Parlerò di un po’ di tutto”, rispondo. Cercherò di raccontare le Alpi in toto: scriverò di cultura, tradizioni, e storia, ma anche di alpinismo e di ambiente. Ne parlerò riprendendo la mia esperienza e quella delle persone che incontrerò durante il viaggio. Soprattutto, parlerò di mobilità sostenibile, fulcro di questo progetto. Perché la montagna si può vivere in modo consapevole, ed è giusto che così sia vissuta.

Clicca per ingrandire

montagne_digitali_percorso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...